Contattaci allo 0522 1607010 or info@due2lab.com

Team

Giacomo Benassi, classe 1986, si è laureato nel 2010 in Scienze e Tecnologie dei Materiali (110/110 cum laude) all’Università degli Studi di Parma. Il lavoro di tesi magistrale (5 mesi) è stato svolto interamente presso l’Università del Surrey (UK), in collaborazione con l’istituto IMEM-CNR di Parma.

Successivamente ha partecipato all’esame per l’assegnazione delle borse di dottorato classificandosi secondo ed entrando  così, nel 2011, nella Scuola di Dottorato in Scienza e Tecnologia dei Materiali Innovativi dell’Università degli Studi di Parma.

Nel 2012, forte degli ottimi risultati ottenuti in ambito scientifico sui detector a CZT, Giacomo e i suoi collaboratori hanno partecipato ad un programma di finanziamento regionale (SPINNER-2013) per l’avvio di nuove attività imprenditoriali, ottenendo un finanziamento per l’avvio d’impresa. Grazie ai numerosi corsi di formazione offerti all’interno del programma Giacomo ha appreso numerose nozioni sul business plan, sul marketing, sulla gestione del personale e sulla gestione aziendale.

Il dottorato di Ricerca, dalla durata di tre anni, è stato svolto presso l’Istituto IMEM-CNR di Parma sotto la supervisione di Andrea Zappettini e nel Marzo del 2014 Giacomo ha ottenuto il titolo di Dottore di Ricerca  in Scienza e Tecnologia dei Materiali Innovativi con uno studio focalizzato sulla crescita di cristalli di CdZnTe e PbO e sullo sviluppo di detector di radiazioni basati su questi materiali.

Negli anni Giacomo ha contribuito alla realizzazione di diversi articoli scientifici pubblicati su riviste internazionali e ha partecipato in modo attivo ai congressi internazionali sul settore dei rivelatori di radiazione; ha partecipato attivamente alla realizzazione di detector e tecnologie molto innovative per numerosi progetti di ricerca tra i quali un progetto dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Questo progetto, in particolare, si è rivelato una grossa sfida per il gruppo di ricerca costringendo Giacomo e i suoi collaboratori a mettere in campo tutte le loro capacità e il loro know how per realizzare 4 detector unici al mondo per innovatività e qualità.

All’inizio del 2014 ottiene un’assegno di ricerca per la realizzazione di detector innovativi basati su CZT e parallelamente diventa co-founder e vice-presidente di due2lab s.r.l.

Nicola Zambelli, classe 1983, si è laureato nel 2010 in Fisica della Materia (110/110 cum laude) all’Università degli Studi di Parma. Il lavoro di tesi è stato svolto presso l’istituto IMEM-CNR di Parma sotto la supervisione di Andrea Zappettini ed è stato incentrato sulla progettazione e sviluppo di un innovativo strumento di misura per la rilevazione delle impurità di Tellurio all’interno dei cristalli di CZT. Il risultato di questo studio ha portato alla successiva registrazione di un brevetto, di proprietà del CNR, sugli algoritmi di analisi dati utilizzati dallo strumento per la ricostruzione in tre dimensioni della posizione delle impurità.

Successivamente ha partecipato all’esame per l’assegnazione delle borse di dottorato classificandosi primo ed entrando nel 2011 nella Scuola di Dottorato in Fisica dell’Università degli Studi di Parma.

Nel 2012, forte degli ottimi risultati ottenuti in ambito scientifico sui detector a CZT, Nicola e i suoi collaboratori hanno partecipato ad un programma di finanziamento (SPINNER-2013) per l’avvio di nuove attività imprenditoriali, ottenendo un finanziamento per l’avvio d’impresa.

Grazie ai numerosi corsi di formazione offerti all’interno del programma Nicola ha appreso numerose nozioni sulla gestione e amministrazione aziendale.

Il dottorato di Ricerca, dalla durata di tre anni, è stato svolto presso l’Istituto IMEM-CNR di Parma sotto la supervisione di Andrea Zappettini e nel Marzo del 2014 Nicola ha ottenuto il titolo di Dottore di Ricerca in Fisica con uno studio focalizzato sullo sviluppo di detector di radiazioni basati su CZT.

Oltre a questo importante traguardo, Nicola ha vinto nel 2012 il premio per la Miglior tesi di Laurea in Ambito cristallografico bandito dall’Associazione Italiana di Cristallografia e ha partecipato alle finali della EUSPEN Challenge 2011 (European Society for Precision Engineering & Nanotechnology) presso l’Institute of Manufacturing Cambridge, UK, in quanto vincitore della selezione italiana 2011.

Coinvolto in numerosi progetti di ricerca, nazionali e internazionali, Nicola ha contribuito alla realizzazione di diversi articoli scientifici pubblicati su riviste internazionali e partecipando in modo attivo ai congressi internazionali sul settore dei rivelatori di radiazione.

All’inizio del 2014 ottiene un’assegno di ricerca per la realizzazione di detector innovativi basati su CZT e parallelamente diventa co-founder e presidente di due2lab s.r.l.